IL SORGO utile a ridurre l’infiammazione

È un cereale estremamente resistente alle alte temperature, per questo viene coltivato nelle zone aride, laddove altri cereali è impensabile coltivare. In Africa e in India costituisce il principale cereale a disposizione. Simile per molti aspetti al granoturco o mais, soprattutto nelle prime fasi della crescita della pianta, si differenzia per la forma dei chicchi e per la posizione dell’inflorescenza. Nel mais abbiamo una pannocchia che spunta lateralmente al fusto , nel sorgo abbiamo un’inflorescenza centrale, fatta di un grappolo di centinaia di granellini, che assumono colori diversi: bianco, giallo, rosso, nero e anche una tonalità che richiama il blu. Recentemente I ricercatori sono riusciti ad ottenere delle varietà ricche in antociani e flavonoidi, aventi proprietà antiossidanti, ma anche un maggior contenuto di proteine. La farina di sorgo può essere usata come sostituto della farina di frumento fino al 50% per I prodotti da forno, in questo modo è possibile ridurre l’apporto di glutine senza rinunciare al frumento, il glutine ha infatti la proprietà di rendere fattibile l’impasto, di dare consistenza e forma al prodotto da forno, il quale senza glutine non avrebbe tenuta e si sfalderebbe completamente.

Altra proprietà del glutine

è quella di abbattere il carico glicemico degli alimenti che lo contengono, quindi è utile In quelle patologie ove consumare carboidrati ad elevato indice glicemico può dare problemi, come diabete e iperinsulinemia, ma anche sindrome plurimetabolica e stress prolungati con ipercortisolemia. D’altronde l’eccesso di glutine crea infiammazione, quindi avere alimenti con adeguato apporto di glutine, ossia nè troppo, nè troppo poco diventa la sfida del nuovo millennio, dove stress e inquinamento oltre a sbalzi nutrizionali stando rendendo l’infiammazione il terreno nascosto grazie al quale poi emergono tante patologie.  Il sorgo rimane un cereale ricco in fibre, vitamine B1, vitamine B2, vitamine B3, ferro e potassio. Il Sorgo arricchito in antociani e flavonoidi si è dimostrato esser In grado di prevenire I tumori del colon, dell’esofago, del polmone, del fegato, del pancreas, del seno. Inibisce inoltre malattie cardiovascolari riducendo I livelli di colesterolo e prevenendo sia  l’ossidazione delle LDL (lipoproteine a bassa densità) sia l’aggregazione delle cellule del sangue, aumenta l’attività della vitamina C, migliora la qualità della matrice agendo sul rinnovo del collagene. Alcune varità di sorgo contengono maggiori quantità di antocianine rispetto ai mirtilli, fino a 5-10 volte tanto. Oltre alle antocianine, altri fitochimici importanti che troviamo nel sorgo sono: acido gallico, vanillico, caffeico, cumarico, idrossibenzoico, cinnamico. Tutti con attività antiossidanti. Provatelo per confezionare biscotti e muffin, la farina integrale di sorgo ha un delicato profumo di noce e ben si abbina alle altre farine per I prodotti da forno.

Questa voce è stata pubblicata in Cereali. Contrassegna il permalink.