ECCESSI FESTIVI? Prova con IL CORIANDOLO!

Non tutti sanno che questa semplice spezia ha proprietà medicinali fantastiche. Impariamo a conoscerla. È un’erba annuale, le cui foglie, simili al prezzemolo, vengono essiccate insieme ai frutti maturi. Il frutto contiene 2 semi che raggiunta la piena maturazione si colorano di marrone/giallo. I semi essiccati hanno un profumo a metà tra il cedro e la salvia. È una spezia che troviamo soprattutto in polvere. Era già utilizzata 7000 anni fa!! Nasce sulle sponde del Mediterraneo, veniva coltivato nell’antico Egitto, in Grecia e dai Romani: è una spezia tutta nostra!  Lo usavano per conservare la carne. Ma quando arrivò in Oriente, in India e in Cina si innamorarono di questa spezia, e soprattutto delle sue proprietà medicinali, lo usarono infatti come digestivo e stimolante. Dai semi si estrae infatti un olio dall’azione carminativa e digestiva. Il coriandolo inoltre ha proprietà antidiabetiche: ottimo quindi per gli eccessi natalizi di alimenti dolci.

Tenendo bassa la glicemia nel sangue impedisce anche il conseguente aumento ponderale. In India viene usato soprattutto per le proprietà antiinfiammatorie e anticolesterolo: spesso le persone in forte sovrappeso non sanno che l’adipe addominale è infiammato!! Con l’uso del coriandolo è possibile quindi rimuoverlo più facilmente, perchè proprio quell’infiammazione ne rende difficile lo scioglimento. Inoltre la ricerca scientifica ci ha illuminato sulle proprietà antimicrobiche e ansiolitiche di questa semplice pianta. Inoltre sempre la ricerca scientifica ci ha aiutato a comprendere come mai il coriandolo abbatta il colesterolo: aiuta il nostro organismo a trasformare il colesterolo in acidi biliari nel fegato, tali acidi sono poi utilissimi per la diegstione dei grassi! Inoltre: non vi sono controindicazioni all’utilizzo del coriandolo! E’ una spezia sicura, che possono usare tutti. L’ideale è acquistare I semi e macinarli al momento insieme alle foglie e alle radici. Prima di macinarli, lasciate il tutto in acqua per 10 minuti al fine di ravvivarne l’aroma, poi una volta macinato, usatelo per cucinare. I semi biologici sono migliori: non sono stati irradiati. Se invece acquistate la polvere già fatta, allora conservatela in contenitori di vetro a chiusura ermetica per massimo 4-6 mesi, se acquistate I semi interi sappiate che dureranno un anno. Usatelo sulle pietanze al posto del pepe, oppure usatene mezzo cucchiaino insieme ad un cucchiaino di canella e ad uno di  the nero per una deliziosa tisana. Provatelo anche per cucinare I ceci: rosolate uno spicchio di aglio con 2 cucchiaini di coriandolo, poi buttateci sopra gli spinaci con un pizzico di sale rosa Himalayano ad appassire, infine aggiungete 100g di ceci surgelati oppure 35g di ceci secchi che avete preventivamente messo in ammollo, se volete ammorbidite con brodo vegetale, e a metà cottura insaporite con un po’ di zenzero e cumino. Buone feste!

Questa voce è stata pubblicata in spezie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento